Catania: video “aereo” vince il concorso dedicato all’Etna

Un volo splendido sull’Etna, il vulcano attivo più alto d’Europa, sospesi a qualche decina di metri da terra, per ammirarla come gli occhi di un rapace. È la sorpresa del cortometraggio realizzato con un drone, un piccolo aereo radiocomandato e dotato di mini telecamera, utilizzato nella fotografia d’avventura dal fotografo e video maker catanese Antonio Zimbone che ha vinto la sezione video di Etna patrimonio Unesco.

Si tratta del primo concorso foto-video dedicato all’Etna e voluto dal fotoreporter Antonio Parrinello che, dopo l’inserimento del vulcano siciliano nella world heritage list dell’organizzazione mondiale, ha pensato di promuovere una competizione tra fotografi e video maker professionisti e non, per celebrare ogni anno la montagna più amata dai siciliani e non.

Due fotografie si sono aggiudicati i premi nelle sezioni colore e bianco/nero. Per la prima Alfina Zappalà con “Nella pineta di Linguaglossa”: un omaggio ai boschi, monumenti verdi viventi, per uno scatto fiaba e incanto; per la seconda Elisabetta Ferrara con “Contrasti”, dove la sagoma minacciosa del vulcano fumante sembra incombere su una tranquilla domenica di famiglia al mare.

La cerimonia di premiazione si è svolta a Nicolosi, nella sede del Parco dell’Etna. La manifestazione era inserita nel cartellone “Etna un patrimonio di civiltà”, un ciclo di incontri, dibattiti e mostre organizzato da Turi Caggegi, giornalista e fondatore della app per smartphone iEtna, in collaborazione con il Parco dell’Etna, il Comune di Catania (Assessorato ai Saperi)l’Università e l’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in occasione del primo anniversario dell’inserimento del vulcano fra i siti naturali della WHL Unesco. La cerimonia è stata organizzata da Identitas (servizi culturali e fundraising).

A consegnare i premi ai vincitori sono stati il rettore dell’Università di Catania, Giacomo Pignataro, la presidente del Parco dell’Etna,Marisa Mazzaglia e l’assessore regionale al territorio e ambiente Mariarita Sgarlata.

Prestigiosa la giuria dei professionisti che ha selezionato i vincitori. Vi hanno fatto parte Giuseppe Leone, autore di numerosi libri fotografici sulla storia e l’antropologia in Sicilia, il critico e storico Pippo Pappalardo, il giornalista Gaetano Perricone e i fotoreporter Roberto Strano e Antonio Parrinello.

Ai vincitori di ogni categoria in premio un pacchetto di servizi per visitare l’Etna, fare escursioni ai crateri sommitali tramite la Funivia dell’Etna e alloggiare in alcune strutture ricettive del territorio.

LE FOTO

IL VIDEO

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi