Spadafora (Me): “Fotogramma” al castello

E’ stata inaugurata ieri al castello di Spadafora, nel messinese, “Fotogramma”, la mostra di fotografia e videoinstallazione dell’artista Filippo Papa.

L’esposizione, a cura di Marilisa Yolanda Spironello, è organizzata con la collaborazione della Pro Loco di Spadafora, il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Spadafora e grazie al sostegno dell’Assessorato regionale ai Beni Culturali e dell’Identità Siciliana attraverso la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Messina e dell’Associazione Idearte Cav di Pisa. Sponsor sono l’Associazione Culturale Iconos di Messina e Raimondi s.a.s di San Filippo del Mela. I testi critici sono di Marilisa Yolanda Spironello e del professor Marco Lo Curzio.

Presenti al vernissage l’autore, Filippo Papa; Antonio D’Amico, Vicesindaco e Assessore alla Cultura del Comune di Spadafora; Tosi Siragusa, Dirigente della Sovrintedenza ai Beni Culturali di Messina; Antonino Scibilia, Presidente della Pro Loco di Spadafora; Laura Pulejo, Presidente dell’Associazione Culturale Iconos.

Il progetto “FOTOGRAMMA” nasce dalla raccolta “the best works” dell’“artista visivo”così ama definirsi – Filippo Papa, fotografo e grafico originario di Agira, diplomatosi in Graphic Design presso l’Accademia di Belle Arti di Catania.

La mostra si snoda in due filoni: la Parte fotografica suddivisa in tre sezioni, “Fotogrammi in bianco e nero”, “Fotogrammi a colori” ed “Estensione; la Parte di videoinstallazione, con la presentazione dell’opera inedita “Metamorfosi del fotogramma”, dove l’artista, con l’utilizzo di nuovi strumenti espressivi, sperimenta la sua visione del mondo. 

Ammirati gli scatti e l’originale videoinstallazione dal numeroso pubblico intervenuto, positivamente colpito dal metodo di forte impatto, giocato sui contrasti forti, sia nel colore che nel bianco e nero.

Il concept dell’evento – spiega Papa -, ruota intorno alla ricerca progettuale dell’analisi del fotogramma, quale cellula fondante del processo evolutivo da cui scaturisce l’agire del vivere contemporaneo. Un ritorno all’essenza dell’immagine che, nella società globale dei social network, deve riacquistare valore e contenuto”.

La nuova iniziativa è salutata con entusiasmo dal vicesindaco D’Amico: “Una nuova esposizione di qualità – dichiara –, in questo contenitore di arte e cultura che è il Castello di Spadafora, che questa Amministrazione comunale fortissimamente ha voluto promuovere, grazie anche alla convezione stipulata da qualche anno con la Sovrintendenza. Nei prossimi mesi avranno luogo dieci mostre di particolare rilievo, rese possibili dai finanziamenti ottenuti dalla Regione, a seguito dei progetti presentati dall’Amministrazione”.

Manifestata, poi, la costante attenzione per il prezioso sito spadaforese, dalla Dirigente della Sovrintendenza Siragusa, con l’annuncio della recente apertura all’interno del Castello dell’Info point turistico di tutto il comprensorio, curato dalla Pro Loco di Sapadafora.

La Mostra “FOTOGRAMMA” prosegue fino al 13 aprile: in occasione del finissage saranno presenti la curatrice, Marilisa Yolanda Spironello, e il professor Marco Lo Curzio.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi