Incidente A20: sterminata una famiglia di Patti (Me)

Tragedia sull’autostrada A20 Palermo Messina. Questo pomeriggio all’interno della galleria Battaglia, tra Castelbuono e Cefalù, nel palermitano, ha perso la vita un’intera famiglia originaria di Patti, nel messinese. Quattro i morti, tra cui una bambina.

Nell’incidente sono rimasti coinvolti un auto compattatore, un pullman e diverse automobili. A perdere la vita l’autista dell’autocompattatore, Rosario Sucato, 26enne di Misilmeri, nel palermitano; la coppia Guglielmo Di Maggio e Nunzia Natoli di Patti e la loro bambina Anna di sette anni, che viaggiavano a bordo di un’automobile. L’altro figlio delle vittime, un bambino di due anni, Antonino, è rimasto gravemente ferito e si trova nell’ospedale dei Bambini di Palermo dove è arrivato con l’elisoccorso con un trauma toracico-addominale e una frattura al femore. Altri due anziani sono ricoverati in gravissime condizioni all’ospedale San Raffaele Giglio di Cefalù.

Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, l’autista dell’autocompattatore ha perso il controllo del mezzo nella galleria e il mezzo si è girato ostruendo la carreggiata. Due auto sono riuscite ad evitare l’impatto e sono finite contro il mezzo della nettezza urbana. Frattanto sopraggiungeva un autobus che si è schiantato contro le auto e l’autocompattatore.

Sul posto polizia stradale, carabinieri, vigili del fuoco e operatori del 118. 

Ancora una volta, dunque, l’autostrada A20, la più cara dell’Italia e la meno sicura, è diventata teatro di una tragedia. Soltanto qualche settimana fa sulla stessa autostrada era morto un giovane poliziotto palermitano. 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi