Catania: “Pagine di pietra” al monastero dei Benedettini

Un viaggio dal 1669 ai giorni nostri fino al centro della terra. E’ quello che verrà riproposto venerdì 28 marzo al monastero dei Benedettini di Catania, con ingresso libero. Pamela Toscano, Raffaella Bella, Ester Anzalone e Carmelo Motta daranno voce alla scienza, alla storia e al mito e alla natura per descrivere e raccontare la colata lavica del 1669 in “pagine di pietra” .

Lo spettacolo si svolgerà nelle cucine e nei magazzini costruiti sull’orrido lavico dall’architetto Vaccarini. Le repliche saranno messe in scena alle 19.00 e alle 21.00. per partecipare allo spettacolo teatrale è necessaria la prenotazione ai numeri

0957102767 | 3349242464 tutti i giorni, dal lunedì alla domenica, dalle 9:00 alle 17:00.

Era l’otto marzo del 1669 quando la terrà tremò annunciando l’apertura di fenditure da cui sgorgò incandescente lava. Il fuoco liquido minacciò le porte di Catania nei primi giorni di aprile. Per quattro mesi i cittadini difesero la città dall’ira dell’Etna. La lava modificò, sconquassò, seppellì tanto. I catanesi cominciarono a ricostruire sul dolore una città che poi nel 1693 sarà distrutta dal terremoto.

Il Monastero dei Benedettini è “un libro con le pagine di pietra” in cui questa storia di dolore e ricostruzione è scritta e scolpita.  La performance itinerante ricorderà la violenza distruttrice della lava e la creatività espressa nella tecnica al servizio della ricostruzione, fino all’innovativa visione architettonica dell’architetto Giancarlo De Carlo e dai suoi collaboratori. Dai testi di autori quali De Roberto, Gemmellaro, Micio Tempio e molti altri prende forma lo spettacolo “Pagine di Pietra” .

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi