Catania: falsi ciechi scoperti dalla finanza

Negli ultimi 10 anni avevano percepito le indennità di accompagnamento per un importo complessivo di circa 230 mila euro i due falsi ciechi scoperti dalla guardia di finanza di Catania in due distinti interventi. Nell’ambito delle attività a tutela della spesa pubblica, sono stati avviati diversi controlli sulle erogazioni di indennità a carico dello Stato in favore di persone colpite da cecità assoluta.

Uno dei due indagati ha attirato l’attenzione degli investigatori perché aveva presentato una denuncia di smarrimento della propria carta di circolazione. Sono scattate indagini più mirate per verificare la posizione dell’interessato e di un’altra persona che era beneficiaria di analogo sussidio. le indagini delle fiamme gialle hanno evidenziato che S.C., 67 anni e M.O., 57 anni, ciechi assoluti per l’Inps, conducevano una vita normale guidando anche la propria automobile.

I due falsi invalidi hanno percepito per dieci anni più di 800 euro mensili per la presunta minorazione arrecando un danno alle casse dello Stato. I due sono stati denunciati per truffa aggravata ai danni dello Stato e l’Inps di Catania è stata informata dell’operazione per sospendere immediatamente i sussidi.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi