Enna: operazione Go Kart, armi e munizioni sequestrate

Nuovi elementi sono emersi nell’operazione Go Kart condotta dagli uomini del comando provinciale dei carabinieri di Enna e che lo scorso 18 febbraio ha portato a 49 arresti.

In diverse abitazioni sono stati rinvenuti piccoli quantitativi di marijuana, ma in alcune i rinvenimenti sono stati molto interessanti. In particolare, all’arresto in flagranza di reato di concorso in detenzione ai fini di spaccio di 68 dosi di cocaina, nonché di una pistola calibro 22 operato nei confronti di Michael Prestifilippo Cirimbolo, Salvatore Longo e Mirko Scalia.

Anche le squadre che hanno operato negli altri comuni della provincia etnea, al comando del capitano Daniele Puppin, comandante della compagnia carabinieri di Enna, con la collaborazione di personale della compagnia catanese di Paternò, sono stati abili, essendo pervenuti a due distinti arresti. A seguito dell’intervento a Santa Maria di Licodia nell’abitazione di Nicolò Scalisi, le operazioni sono proseguite nelle campagne di Centuripe nelle case rurali di proprietà e gestite da Scalisi. In una di queste sono stati rinvenuti due fucili e due carabine con marchi e matricole abrase, tra cui una carabina calibro 22 munita di ottica di precisione. Oltre alle armi, sono state trovate 1.500 cartucce di vario calibro, sia per fucile che per pistola, comprese cartucce a pallettoni, cartucce a palla unica e 25 cartucce per pistola, nonché numerosi barattoli contenenti pallini e polvere da sparo, occorrenti per l’autonoma ricarica. Si trattava di un arsenale a cui Scalisi ed altri potevano attingere per qualsiasi esigenze.

Inoltre, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato nell’abitazione di Scalisi, tre, tra buste e scatole, contenenti 130 grammi di marijuana ed una busta con 415 grammi di semi di canapa indica. Si tratta di diverse migliaia di semi verosimilmente pronti per essere utilizzati in future coltivazioni.  Alcune indagini hanno dimostrato che esistono canali di approvvigionamento di marijuana tipo Sjunk di importazione e pcanali paralleli di approvvigionamento di marijuana coltivata anche nelle campagne delle nostre province che nelle intercettazioni ambientali degli arrestatie veniva indicata testualmente come erba di casa con un principio attivo di Thc minore rispetto alla prima.

Nel corso della perquisizione domiciliare effettuata da un’altra squadra di militari che si è recata a Santa Maria di Licodia, nell’abitazione di Giuseppe Carmelo Mazzaglia, pluripregiudicato di 54 anni, è stata ritrovata, nascosta sotto il cassetto del comodino della camera da letto, una pistola marca Beretta calibro 6,35 con matricola abrasa con caricatore innestato contenente otto colpi, un altro caricatore immediatamente disponibile con altri 8 colpi in canna ed altra busta con sette colpi collocata nelle vicinanza. In pratica, vicino al letto Mazzaglia aveva la disponibilità di una pistola clandestina e di 23 colpi, immediatamente pronti all’uso.

I soggetti trovati in possesso di armi e munizioni sono inseriti in contesti di criminalità organizzata. I due sono stati arrestati e accusati di detenzione illegale di più fucili con matricola abrasa, munizionamento di vario calibro, ricettazione di armi, detenzione illegale ai fini di spaccio di sostanza stupefacente di tipo marijuana, detenzione illegale di arma da sparo con matricola abrasa e ricettazione, nonché di detenzione illegale di munizionamento.

Tutte le armi e le munizioni trovate sono state sequestrate e inviate alla sezione balistica del Ris di Mesisna per tentare l’individuazione delle matricole e quindi dei rispettivi legittimi proprietari, mentre la droga verrà analizzata al laboratorio analisi sostanze stupefacenti del comando provinciale carabinieri di Catania per stabilirne il grado di tossicità.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi