Afghanistan: conclusi i corsi per istruttori nella lotta agli ordigni esplosivi improvvisati

Continua l’opera di professionalizzazione delle forze di sicurezza afghane (Afghan National Security Forces, ANSF) nella lotta agli ordigni esplosivi improvvisati (Improvised Explosive Device, IED), nonché le operazioni di bonifica delle principali vie di comunicazione del Paese svolte dagli specialisti della Task Force “Genio”, su base 4° reggimento genio Guastatori di Palermo.

Nei giorni scorsi, infatti, nell’ambito del progetto “train the trainer” (addestrare gli addestratori), la componente counter-IED della Task Force “Genio” ha portato a termine, nella provincia di Farah, una serie di corsi destinati alla formazione di istruttori delle Afghan National Security Forces (ANSF) nello specifico settore degli esplosivi rudimentali, con l’intento di garantire loro la capacità di svolgere autonomamente corsi di formazione sulla minaccia da ordigni esplosivi improvvisati.

Gli IED, difatti, costituiscono la maggior fonte di pericolo per la sicurezza delle truppe che muovono sul terreno, nonché per la popolazione locale sul territorio.

In tale contesto, operatori specializzati del Regional Command West, il comando multinazionale a guida italiana che opera nella zona occidentale dell’Afghanistan, continuano ad assicurare quotidianamente la capacità di route clearance, impiegando gli assetti della Task Force “Genio”, assicurando così la libertà di movimento sulle principali arterie stradali dell’area di responsabilità e  operando in supporto agli assetti delle forze di sicurezza afghane.

La Task Force “Genio”, attualmente su base 4° reggimento genio guastatori di Palermo e comandata dal colonnello Bruno Pisciotta, è l’unità di supporto alla manovra del contingente militare italiano di stanza nell’ovest dell’Afghanistan che, nell’attuale fase del delicato processo di transizione, oltre a garantire la libertà di movimento sulle principali arterie di comunicazione stradale, si occupa di fornire supporto e assistenza alle ANSF nel campo della formazione specialistica del proprio personale nella lotta agli IED.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi