Messina: appuntamento con il maestro zen alla Feltrinelli

Appuntamento domani sera a partire dalle 20.00 alla libreria Feltrinelli di Messina con il maestro zen Tetsugen Serra, abate del monastero di città Enso-Ji il cerchio di Milano e dell’eremo di montagna zen Sanbo-Ji il tempio dei tre gioielli, fondatore della scuola zen di Shiatsu di Milano. Tetsugen Serra insieme ad insegnanti e allievi della sua scuola sarà a Messina dal 6 al 9 settembre per tenere seminari e incontri.

Il 6 settembre sarà ospite della libreria Feltrinelli point di via Ghibellina a Messina, per un incontro di consapevolezza mindfulzen. “Lo Zen è la via del ritorno a casa – dichiara il maestro – continuando ogni giorno questa semplice pratica di consapevolezza, otterrete un meraviglioso potere: vivere liberi e felici la vostra vita”.

Lo Zen e lo Zen Shiatsu  esprimono bene quel processo terapeutico che si svolge nel nostro corpo e nella nostra mente, in entrambe le esperienze di meditazione e riequilibrio del nostro corpo, possiamo liberarci dalla sofferenza e vivere in armonia e felicità con tutti gli uomini.

Nella pratica Zen e Zen Shiatsu la persona sviluppa uno stato di presenza mentale e trasmette ad un’altra persona questo stato di presenza in modo diretto, empatico. La trasmissione della presenza empatica di benessere diventa automatica, istantanea, anche in chi non ha mai fatto un’ora di meditazione in tutta la vita. Questo processo è un processo naturale, è la Via dello Zen e dello Zen Shiatsu».

Il Maestro Zen Carlo Tetsugen Serra nasce a Milano nel 1953. Durante la sua permanenza al Monastero “Tosho-Ji Stella del Sud” di Tokyo, inizia il suo training di formazione nella Via dello Zen con il Maestro Tetsugyu Soin Ban Roshi e riceve il Dharma nel lignaggio di Harada Roshi dal Maestro Tetsujyo Deguchi.  Nel 1986 si diploma “Zen Master Shiatsu” all’Istituto di Shitsuto Masunaga, presso lo Iokai Shiatsu Center di Tokyo. A diretto contatto con il Maestro Kimura, docente della scuola di Masunaga, compie un percorso di approfondimento per mezzo del quale riceve un’iniziazione che più specificamente caratterizza la sua pratica meditativa ed energetica:Terapia Zen “Ten Shin Cuore di Cielo Puro”.

Al suo rientro in Italia, nel 1988, fonda a Milano il Monastero Zen di Città “Enso-Ji Il Cerchio” e la Scuola Zen Shiatsu®, dove insegna, in modo semplice e diretto e in perfetto stile originario della tradizione Zen, i principi della pratica Zen Shiatsu in corsi articolati in primo e secondo livello.

Nel 1994, viene istituito il percorso di terzo livello e due anni dopo il Maestro Tetsugen fonda l’Eremo di montagna Zen ”Sanbo-Ji Tempio dei Tre Gioielli” a Berceto, in provincia di Parma, dove si svolgono periodicamente intensi ritiri di meditazione e seminari residenziali.

Negli anni a seguire, il Maestro Tetsugen amplia le iniziative didattiche volte all’approfondimento della pratica: nel 1997 introduce la tecnica Shin-do, un massaggio energetico che lavora principalmente sui meridiani straordinari centrali.

L’anno dopo, nasce il percorso di Master “Ken Shu Jo”, un gruppo intensivo di pratica aperto ai diplomati della Scuola Zen di Shiatsu®.

Nel 1999 introduce la tecnica Fan Guan, una pratica energetica di riequilibrio della piccola circolazione celeste. Nello stesso anno, partono i primi corsi formativi per insegnanti di Zen Shiatsu.

In ambito terapeutico, Il Maestro Tetsugen ha inoltre messo a punto Life Coach Zen, per offrire attraverso l’ascolto analitico un sostegno a chi vive un momento difficile della propria vita.

 Il Maestro Tetsugen Serra si occupa personalmente della conduzione della vita del Monastero e dell’insegnamento della pratica di meditazione. È stato membro del Consiglio Direttivo dell’U.B.I. Unione Buddhista Italiana, nel periodo 2000/2004, e della Conferenza Mondiale delle Religioni per la Pace, organismo affiliato ONU.

Il Maestro Tetsugen promuove la diffusione della pratica della Via dello Zen anche attraverso iniziative di altra natura, come un gruppo di diffusione e volontariato che, dal 1999, porta lo Zen Shiatsu nelle strutture di recupero per tossicodipendenti e nei carceri di San Vittore, Opera e Bollate. Vari anche gli interventi nel mondo giovanile, attraverso la partecipazione al progetto “Intercultura” di Milano presso l’Istituto Professionale Bertarelli, il Liceo di Cremona e le Scuole Medie Iqbal Masih e Primo Levi.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi