Messina: la brigata Aosta in Afghanistan

È partito per l’Afghanistan il generale comandante della brigata Aosta di Messina. Si conclude così il trasferimento del personale della grande unità siciliana che entro la prima decade di settembre assumerà il comando dell’operazione Isaf, International security assistance force.

Un’intensa attività addestrativa, propedeutica all’immissione nel territorio afghano, è stata svolta dal personale dell’Aosta nelle sede stanziali, in Sardegna, dove insistono poligoni adeguati alle esigenze addestrative, presso il centro di simulazione dell’esercito italiano e, per alcuni incarichi, presso organismi Nato.

Al comando degli uomini siciliani, il generale di brigata Michele Pellegrino che ha seguito passo passo l’addestramento di tutto il personale. La brigata Aosta, alla prima esperienza in Afghanistan, sostituirà la brigata Alpina Julia. La brigata e i reparti dipendenti hanno già partecipato a missioni oltremare in Albania, Kosovo, Libano e molti ufficiali, sottufficiali e volontari hanno colmato alcune carenze di altri reparti, sia nell’operazione in Afghanistan sia in Iraq.

La componente siciliana dell’esercito italiano ha dimostrato di possedere i numeri per poter rappresentare la patria in quello che oggi rappresenta uno degli impegni più gravosi per la forza armata: l’Afghanistan. Oltre al comando Brigata sono già presenti in Afghanistan altre unità siciliane del’Aosta, il sesto reggimento bersaglieri di Trapani e il quarto reggimento genio guastatori di Palermo. Due pedine fondamentali per le attività operative che saranno svolte sul terreno; dalle pattuglie all’attività di cooperazione civile e militare alla bonifica degli ordigni inesplosi. Circa 750 uomini e donne, per il 90% siciliani, che porteranno, oltre alla sicurezza quale finalità della missione, la sicilianità che da sempre rappresenta una marcia in più nel raggiungimento degli obiettivi prefissati. Con la partenza del generale comandante si è costituito il distaccamento della brigata Aosta, il cui comando è stato affidato al colonnello Giovanni Riccioni. 

LE FOTO DELL’ADDESTRAMENTO

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi