Ragusa: sventata una rissa, 3 denunce

Una rissa sventata, 3 persone denunciate e due minorenni segnalati per detenzione di marijuana. Si è conclusa così un’operazione di controllo del territorio effettuata dalla polizia a Marina di Ragusa la scorsa notte.

Sul lungomare Andrea Doria era stato segnalato un gruppo di giovani che discuteva animatamente e due di loro si stavano picchiando. L’arrivo della volante ha messo in fuga i numerosi giovani che si stavano recando sul luogo dell’aggressione e ha posto fine alla pericolosa situazione che si era creata. L’aggressore, T.D.m, 18enne incensurato, residente a Grammichele, aveva picchiato un ragazzino ragusano di 16 anni che aveva dovuto ricorrere alle cure mediche ed è stato giudicato guaribile in sette giorni.

Due minorenni sono stati segnalati al prefetto per detenzione di marijuana per uso personale. I due giovani sono stati notati da una pattuglia di poliziotti di quartiere che transitava nei pressi di una piazzetta di Marina di Ragusa. Alla vista degli agenti i due giovani hanno tentato di disfarsi dell’involucro che però è stato recuperato dai poliziotti. Conteneva della marijuana che i due giovani hanno dichiarato di aver acquistato per trascorrere la notte di San Lorenzo.

Nel corso dei controlli della polizia, inoltre, un cittadino romeno di 36 anni, incensurato, residente a Vittoria, è stato denunciato in stato di libertà per aver rimosso i sigilli apposti sulla propria auto. Il personale di una volante controllava una Opel Tigra. Dagli accertamenti si evinceva che l’auto non poteva circolare perché, a luglio scorso, era stata sottoposta a sequestro amministrativo ed erano stati apposti alla stessa dei sigilli e annotazione dei chilometri ed era stata affidata al proprietario che doveva custodirla a Vittoria. È stato anche accertato che all’auto era stato disattivato il contachilometri per non far vedere che il veicolo in realtà aveva continuato a circolare anche dopo il sequestro.

Infine, sono stati numerose le persone controllate che erano sottoposte a misure restrittive. B.G., un tunisino di 34 anni residente a Ragusa è stato denunciato per evasione dagli arresti domiciliari. Lo stesso, sottoposto ai domiciliari con autorizzazione per recarsi sul luogo del lavoro, ad un controllo risultava assente sia dalla propria abitazione che dal luogo di lavoro.

Maria Chiara Ferraù

 

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi