Galati Mamertino (Me): la lirica per la ricerca sul cancro

Quando la cultura e la musica sposano la ricerca sul cancro. Succede a Galati Mamertino, centro nebroideo in provincia di Messina, dove quest’estate dal 21 al 23 agosto, si svolgerà il primo concorso lirico internazionale Jole De Maria per raccogliere fondi da destinare alla ricerca sul cancro. Per tre giorni il centro nebroideo sarà lo scenario di prove, concerti, presentazione di libri, visione di filmati storici. Tutto per una buona causa. Raccogliere fondi a sostegno dell’istituto oncologico del Mediterraneo di Viagrande, nel catanese.

Un appuntamento organizzato dall’associazione culturale Arcipelago di Roma in collaborazione con la cooperativa Youkali. Il concorso, intitolato alla memoria di Jole De Maria, artista lirica vittima del cancro che ha cantato nei grandi teatri internazionali e ha scelto di trascorrere gli ultimi anni della sua vita proprio a Galati Mamertino, è aperto alla partecipazione di cantanti provenienti da tutto il mondo.

L’obiettivo della manifestazione è porre la musica lirica a sostegno della ricerca per sconfiggere il cancro, promuovere nuovi talenti musicali e la cultura della musica lirica, il cui ascolto genera riconosciuti benefici terapeutici. Musica e ricerca si fondono così in una feconda sinergia.

Sono ammessi al concorso i cantanti di tutti i registri vocali e di tutte le nazionalità che abbiano compiuto i 18 anni e siano nati dopo il 1 gennaio 1975. Iscrizioni ancora aperte fino al 31 luglio. Per iscriversi e avere maggiori informazioni sul concorso si può consultare il sito internet www.concorsoliricojoledemaria.eu

A giudicare i concorrenti saranno cinque maestri di diverse nazionalità: Irene Bottaro, mezzosoprano, direttore artistico del concorsO; Janos Acs, ungherese, direttore d’orchestra e presidente della giuria; Antonio D’Antò, direttore del conservatorio di musica di Frosinone; Andrea Snarsky, baritono polacco; Marco Impallomeni dell’agenzia lirica Music Center Domani.

Tre le giornate del concorso. Le prove eliminatorie si svolgeranno il 21 agosto, il 22 agosto si terrà la semifinale, entrambe nella sala Allegra di palazzo San Giacomo e non saranno aperte al pubblico. La prova finale del 23 agosto si svolgerà in forma di concerto sul palco allestito nella centrale piazza San Giacomo. Testimonial dell’evento sarà la chef Laura Ravaioli.

Al termine del concerto saranno proclamati i vincitori. Al primo classificato andrà un premio in denaro di 1.000 euro; al secondo e al terzo classificato, rispettivamente, 500 e 300 euro. Oltre ai premi in denaro, i concorrenti avranno l’opportunità di essere scelti dal Gran coro lirico siciliano per esibirsi nelle loro produzioni. La dirigenza del Gran coro lirico siciliano potrà scegliere uno o più concorrenti, indipendentemente dalla graduatoria del concorso, che potranno partecipare alle loro esibizioni che si svolgono principalmente in Sicilia in teatri antichi greci e romani.

Nel corso delle tre giornate verranno raccolti fondi per l’istituto oncologico del mediterraneo di Viagrande, attraverso l’offerta dei dischi incisi da Jole De Maria e del libro “Oltre la quinta”, una biografia della mezzosoprano. Per informazioni si può consultare la pagina internet del primo concorso lirico internazionale Jole De Maria all’indirizzo , oppure scrivere una mail a info@concorsoliricojoledemaria.eu

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi