Spadafora (Me): sequestrate reti illegali

Da anni la spadara, attrezzo per la pesca, è stato dichiarato illegale e di norma viene utilizzato per la pesca di tonni e pescespada. L’attrezzo, lungo circa 3.000 metri e con un’apertura di maglia di 18 centimetri, si trovava a bordo di un peschereccio pronto a salpare a Spadafora, nel messinese. La spadara è stata sequestrata dagli agenti della guardia costiera di Milazzo.

Il proprietario del peschereccio dovrà pagare una multa di 4 mila euro per violazione del decreto ministeriale e per avere a bordo dell’unità di pesca una rete da posta derivante con misure non consentite.

Nel corso della stessa operazione i militari della guardia costiera hanno rinvenuto, abbandonata da ignoti sulla spiaggia di Spadafora, un’altra rete lunga 1 km, illegale per la larghezza di maglia di 18 centimetri e anche questa è stata sequestrata. Sequestro amministrativo anche per un altro spezzone di rete, di 1 km, del tipo “sciabica con velo”, abbandonata da ignoti sulla stessa spiaggia.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi