Barcellona Pozzo di Gotto (Me): militare ucciso in Afghanistan

È originario di Barcellona Pozzo di Gotto il capitano del terzo reggimento bersaglieri ucciso in Afghanistan nel corso di un attentato. Il capitano ucciso Giuseppe La Rosa,31enne, viveva a Casamassima in provincia di Bari. Gli uomini del contingente italiano sono caduti in un’imboscata. Viaggiavano incolonnati nell’area calda di Farah dove, si legge in un comunicato dello Stato maggiore della difesa, avevano svolto attività di sostegno alle unità dell’esercito afghano.

Rallentando, in prossimità di un incrocio nei pressi dell’abitato della città, i Lince si sono quasi fermati. A quel punto è scattato l’agguato. Secondo le primissime ricostruzioni dei fatti, spuntando fuori dal nulla, un uomo che indossava abiti civili sarebbe riuscito ad avvicinarsi al primo dei veicoli blindati, lanciandovi dentro una bomba a mano, forse profittando del pertugio offerto dalla botola sopra la quale è posizionato il mitragliere sulla ralla girevole del mezzo. 

L’altra ipotesi è che l’attentatore sotto mentite spoglie abbia attirato l’attenzione dei militari con uno stratagemma, segnalando una emergenza che avrebbe indotto gli italiani ad aprire lo sportello del Lince.  A quanto pare il capitano ucciso era seduto – come d’uso per i capi convoglio – sul posto davanti, vicino al conducente.  

Oppure potrebbe essere stato un ragazzino di 11 anni a lanciare la bomba a mano assassina che ha ucciso La Rosa e ferito altri tre soldati. Tutta Barcellona Pozzo di Gotto e la casa della famiglia sulla via Statale SAnt’Antonino, è incredula e immersa nel dolore. 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi