Pesca, “Sicilia vittime di norme restrittive”

Il settore della pesca in Sicilia è vittima di norme restrittive che rispondono solo ad interessi di grosse “lobbies”. E’ arrivato il momento che la Regione, senza divisioni di schieramenti politici, riprenda le proprie competenze in materia venendo incontro ad una categoria in ginocchio.”
Così Bernadette Grasso, deputato regionale, che giudica positivamente le recenti affermazioni dell’assessore Dario Cartabellotta, che chiede dall’Europa maggiori tutele per i pescatori siciliani.
“Nelle scorse settimane avevo presentato una interrogazione a favore della categoria della pesca- afferma Grasso- e prendo atto dell’impegno manifestato dall’assessore. Ma ritengo fondamentale un impegno ancora più deciso e per questo mi farò promotrice di una mozione sulla quale auspico ampio accordo affinché si punti a riportare sulla Regione competenze legislative.” “Subiamo una concorrenza spietata da parte di nazioni extraeuropee anche a poche centinaia di chilometri dal nostro territorio– conclude la parlamentare- e siamo costretti a consumare prodotto importato per restrizioni imposte da lobbies che finiscono per portare al tracollo le nostre marinerie”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi