Palermo: Donatella Finocchiaro la madrina del Sicilia Queer Filmfest

È Donatella Finocchiaro la madrina della terza edizione del Sicilia Queer Filmfest, il festival internazionale di cinema glbt e nuove visioni, attento al tema dei diritti civili e ad una cinematografia d’autore legata a tematiche queer, ma non solo. La bella e brava attrice catanese, taglierà il nastro della serata inaugurale condotta da Filippa Luna,  venerdì 31 maggio alle 20.30 al Cinema ABC di Palermo.

Tantissimi gli appuntamenti  nella prima giornata di Festival, già a partire dalle 16.30, al Cinema ABC (via Emerico Amari, 166): si parte con una selezione di cortometraggi provenienti dal KASHISH Mumbai International Queer Film Festival, il più grande festival di cinema queer in India, con cui da quest’anno il SQff ha avviato un gemellaggio e uno scambio di ospitalità.

A seguire, alle 18.30, per la nuova sezione di cinema italiano Retrovie italiane, curata da Umberto Cantone e Francesco Puma, è in programma la proiezione di “Agostino” (Italia, 1962, 89’), una occasione  irrinunciabile per rivedere sul grande schermo il film di Mauro Bolognini, tratto dal romanzo di Moravia e sceneggiato da Goffredo Parise.

Dopo la cerimonia di inaugurazione si prosegue alle 21.30 con la proiezione del film  “Laurence Anyways” (Canada – Francia 2012, 159’, v.o. sott. It), la storia di Laurent, docente di Letteratura in un liceo, che deve fare i conti con le conseguenze della sua decisione di cambiare sesso e non abbandonare il ruolo di insegnante. Il film, diretto dall’enfant prodige del cinema canadese Xavier Dolan, ha vinto la Queer Palm al Festival di Cannes 2012.

“Oggi più che mai abbiamo bisogno di cinema per aprire i nostri occhi e le nostre menti – afferma il direttore artistico Andrea Inzerillo – per questo proponiamo film che parlano al cuore e al cervello, coniugando la qualità e il rigore con l’anima più profonda del Sicilia Queer filmfest: quella di essere un festival di cinema per tutti”.

Ospite della serata d’apertura anche Paolo Mannina, l’insegnante italiano recentemente espulso dall’Eritrea perché omosessuale, che è stato invitato dal SQff a prendere parte alla “Summer School sulle differenze e le identità plurali” che si svolgerà  durante il Festival ed è realizzata in collaborazione con l’Università degli studi di Palermo a cura di Giovanni Lo Monaco e Giuseppe Burgio.

INGRESSO

Singolo 5 euro; Giornaliero 10 euro; Tessera Festival 50 euro;

Riduzioni per i possessori di Queer Card

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi