Messina: vendono i nipoti a un trentenne che abusava di loro, nonni orchi in manette

Una storia raccapricciante di orrore e violenza familiare a Messina. Una coppia di anziani e una terza persona, estranea alla famiglia, sono stati arrestati con la pesante accusa di violenza sessuale su due minorenni: due bambini che erano nipoti della coppia finita in manette.

I piccoli, dopo la morte della madre, erano stati affidati proprio ai nonni, le persone che avrebbero dovuto, più di tutti gli altri, prendersi cura dei figli dei propri figli, da amare, custodire e proteggere. Invece sono stati loro a creare problemi psicologici non indifferenti in due bambini di 7 e 8 anni. Il Gip di Messina ha disposto l’arresto per i nonni, di 65 e 50 anni e per un ragazzo trentenne a cui la coppia “vendeva” i bambini per soddisfare le “esigenze” dell’uomo.

Le vittime di questa triste vicenda si trovano in una comunità. I bambini nel 2009, su segnalazione dei servizi sociali, sono stati tolti ai nonni e affidati a una comunità. E’ stato proprio qui che si è scoperto l’orrore. I fratellini, oltre a presentare disagi psicologici evidenti, avevano strani atteggiamenti erotici nei confronti l’uno dell’altra. Con la pazienza e la costanza gli operatori sono riusciti a portare alla luce la triste verità e oggi l’arresto per i nonni e il terzo orco. 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi