Caltanissetta: Lari, agenda rossa errore giornalistico

Si è trattato di un clamoroso errore giornalistico, ma non ritengo che dietro ci sia un tentativo di depistaggio”. Così il procuratore di Caltanissetta, Sergio Lari, nel corso di una conferenza stampa, ha mostrato delle fotografie che dimostrano come il rettangolo rosso che si vede in un filmato sul luogo della strage di via D’Amelio, a Palermo, non sia l’agenda rossa di Paolo Borsellino, ma un parasole di una vettura blindata.

“Abbiamo ristabilito la verità in 48 ore – ha aggiunto Lari all’Ansa – identificando e interrogando il poliziotto che con il piede aveva spostato il parasole per coprire i poveri resti dell’agente Emanuela Loi. Poi abbiamo recuperato le foto originali della polizia scientifica e abbiamo avuto così la certezza che non fosse l’agenda”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi