Caltanissetta: due arresti per detenzione di droga e armi

Giuseppe Marchese, 37 anni di Caltanissetta e Saverio Polizzi, 34enne barrese, sono stati sorpresi in flagranza di reato dalla polizia per trasporto e detenzione di droga finalizzata allo spaccio, in concorso tra loro. Inoltre, Polizzi è stato denunciato per detenzione illegale di munizioni da guerra e possesso di due pistole scacciacani. Marchese, invece, è stato denunciato anche per resistenza, violenza e lesioni a pubblico ufficiale, nonché per danneggiamento aggravato.

In particolare, nel corso di servizi di controllo del territorio, mirati al contrasto e alla repressione del traffico di droga e di sostanze psicotrope, nonché contro il fenomeno dilagante dei furti in appartamento, i poliziotti hanno notato una Fiat Croma su cui viaggiavano Marchese e Polizzi che, uscendo dallo svincolo della bretella SS 640 affrontavano la curva a velocità sostenuta, destando sospetti agli operatori che procedevano all’immediata intimazione a fermarsi. All’Alt imposto dalla pattuglia, Marchese, che si trovava alla guida dell’auto, ha tentato di investire gli agenti, colpendo uno dei due agli arti.

La corsa della Croma è stata arrestata pochi metri più avanti dagli altri operatori a bordo delle autovetture di servizio, di cui una veniva speronata dall’autista della Fiat Croma, in un vano tentativo estremo di fuggire.

Immediatamente prima che l’auto si fermasse, i due arrestati cercavano di disfarsi di due piccoli involucri che avevano lasciato cadere dal finestrino dell’auto. Una mossa che non è sfuggita agli operatori che hanno recuperato dieci grammi di cocaina pura che, una volta confezionata, avrebbe fruttato circa 5 mila euro se immessa sul mercato.

Una volta che l’auto è stata bloccata, i due hanno fatto resistenza ad uscire dal mezzo, ma gli operatori, adottando le opportune precauzioni del caso, ed avendo il forte sospetto che gli stessi potessero essere armati, riuscivano a farli scendere dall’auto, anche se fra molte resistenza.

Nel corso di una successiva perquisizione domiciliare nell’abitazione di Saverio Polizzi, gli agenti hanno trovato due pistole scacciacani, una cartuccia a salve e tre munizioni da guerra per il fucile mitragliatore militare Mg.

La droga e le armi sono state sequestrate, così come l’auto intestata a Giuseppe Marchese, perché era stata utilizzata per commettere i reati di cui i due arrestati dovranno rispondere.

Su disposizione dell’Autorità giudiziaria Polizzi, difeso dall’avvocato Concetta Bevilacqua del foro di Enna e Marchese, difeso dall’avvocato di ufficio Fabio Esposito del foro di Caltanissetta, sono stati associati al carcere di Caltanissetta.

 

Maria Chiara Ferraù

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi