Niscemi (Cl): chiama “mafiosi” i poliziotti, denunciato il giorno delle nozze

Si era sposato da poco  in municipio e la sua prima notte di nozze è trascorsa gran parte al commissariato dove è stato denunciato per oltraggio e resistenza. E’ successo a Niscemi, in provincia di Caltanissetta, dove lo sposo, 28 anni e il suo testimone di nozze, 24 anni, sono stati sorpresi mentre scorrazzavano nell’isola pedonale di Niscemi alla guida di una Fiat Punto. Alcuni passanti hanno anche rischiato di essere stravolti.  I poliziotti hanno fermato i due in evidente stato di ebbrezza.

Alla vista dei militari i due non hanno voluto esibire i documenti di identità e si sono rivolti con frasi ingiuriose contro i poliziotti apostrofandoli “mafiosi”.

I due, una volta in commissariato, sono stati raggiunti dalla sposa e dagli invitati. A quel punto il novello sposo ha inscenato problemi cardiaci. La giovane moglie non si è fatta prendere in giro e gli ha mollato due sonori ceffoni, invitandolo a interrompere la scenata patetica e a comportarsi da uomo. Un matrimonio, questo, che non è iniziato certo nel migliore dei modi.

 

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi