Grammichele (Ct): rubano bancomat, refurtiva recuperata. Un fermato

I carabinieri della compagnia catanese di Caltagirone e i colleghi della stazione di Grammichele, hanno fermato Emilio Giuseppe La Rocca, 41 anni. L’uomo è accusato di ricettazione.

Il pregiudicato ieri mattina, insieme ad altre persone non ancora identificate, utilizzando un bobcat e un autocarro Fiat Iveco 35 di colore rosso, aveva rubato l’apparecchio bancomat della banca Unicredit di Piazza Carafa a Grammichele. Il commando aveva poi caricato la refurtiva sull’autocarro e si era allontanato in direzione del quartiere Sant’Anna.

I militari dell’Arma, intervenuti immediatamente sul posto, hanno rinvenuto il bobcat utilizzato per scardinare il bancomat e un Fiorino della Fiat senza targa, parcheggiato davanti al varco di accesso all’area pedonale della piazza attraverso cui i malfattori avevano fatto accedere il bobcat e l’autocarro utilizzati per il furto.

Il fiorino è risultato di proprietà di La Rocca. Nel frattempo, in contrada Chianchitello, in un terreno nella disponibilità del fermato utilizzato per attività di demolizione, è  stato trovato l’autocarro Iveco utilizzato per la fuga. Il mezzo era stato ribaltato in una buca nel terreno realizzata con una pala meccanica. Nel corso del sopralluogo dei Carabinieri, l’attenzione dei militari è stata attirata da un display del tutto simile a quello di una cassa bancomat che fuoriusciva dallo scavo. Rimuovendo l’autocarro è stato trovato l’apparecchio bancomat, nascosto in attesa che le acque si calmassero e si potesse recuperare il denaro custodito all’interno.

Il fermato è stato condotto nel carcere di Caltagirone dove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi