Ragusa: nuovi fondi strutturali europei, 20 milioni per il Meridione

Venerdì prossimo, 3 maggio, a partire dalle 18.30 il centro studi Feliciano Rossitto di Ragusa ospiterà la conferenza sul tema: “I fondi strutturali europei per il periodo 2014-2020”. I fondi strutturali sono gli strumenti di intervento creati e gestiti dall’Unione europea per finanziare vari progetti di sviluppo all’interno della stessa U. E..

Gli obiettivi principali dei fondi strutturali sono tre: la riduzione delle disparità regionali in termini di ricchezza e benessere, l’aumento della competitività e dell’occupazione e il sostegno della cooperazione transfrontaliera.

Nonostante il documento predisposto non proponga una strategia generale per l’uso dei Fondi comunitari nel periodo 2014-2020, esso propone per la discussione tre opzioni strategiche che sono emerse dal lavoro straordinario di rilancio del programma 2007-2013 e dal Piano Azione Coesione e che sono suggerite dal dibattito europeo e nazionale. Tali opzioni riguardano: Mezzogiorno, Città, Aree interne. Per il Mezzogiorno sono state individuate cinque Regioni “in ritardo di sviluppo” e tra queste è stata inserita la Sicilia (come emerge dalla lettura del “documento di sintesi” pubblicato a dicembre 2012 e presentato dal Ministro per la Coesione Territoriale, d’intesa con i Ministri del Lavoro e delle Politiche Sociali e delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali).

Tali delicate e cogenti tematiche saranno trattate da Felice Bonanno che illustrerà i punti di programmazione dei fondi strutturali per il settennio 2014-2020 avuto anche riguardo al fatto che per il Meridione sono stati stanziati 20,5 miliardi di euro.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi