Palermo: inerzia del Ros sulla ricerca di Provenzano

Omissioni plurime e una deliberata strategia di inerzia avrebbero contraddistinto l’azione del Ros nelle indagini sulla ricerca del boss Bernardo Provenzano. Dure le parole del pubblico ministero, Nino Di Matteo, pronunciate nella requisitoria al processo generale Mario Mori, accusato di favoreggiamento aggravato della mafia.

Dietro al fallito blitz, che secondo il pm avrebbe potuto portare alla cattura del capomafia, ci sarebbe stato il piano di lasciare libero Provenzano per la trattativa Stato-mafia.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi