Erice (Tp): test antidroga per i dirigenti comunali

Operazione trasparenza a Erice, centro in provincia di Trapani. Il sindaco, Giacomo Tranchida, ha deciso di sottoporre i dirigenti comunali ai test antidroga e antialcool. Chi non volesse sottoporsi agli accertamenti, perderà l’incarico. Un provvedimento che ha acceso un dibattito e alla fine la giunta ha modificato la delibera. Sarà sufficiente presentare un certificato di integrità psico-fisica redatto dal medico di famiglia. All’amministrazione resterà la possibilità di effettuare dei controlli campione “a sorteggio”.

“La rivisitazione della delibera originaria – scrive Tranchida in una nota – non rappresenta un passo indietro circa l’obiettivo prefissato dall’amministrazione, diversamente costituisce un passo in avanti e condiviso dai dipendenti candidabili di categoria D, nella considerazione che individua un’ulteriore garanzia della privacy per questi ultimi e per quella dei propri familiari”.

I test antidroga e antialcol verranno effettuati comunque, ma a sorteggio, quale riscontro dell’obbligatoria certificazione del proprio medico di famiglia, sull’integrità psico-fisica.

Ad Erice l’operazione trasparenza ha puntato i faretti anche sulla situazione patrimoniale dei dipendenti che sarà controllata per scoprire eventuali conflitti di interesse.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi