Villafranca Tirrena (Me): ruba rame in autostrade e rischia la vita

Rischia la vita per rubare dei cavi di rame sull’autostrada A20 Messina Palermo. La polizia stradale a Villafranca Tirrena, nel messinese, ha fermato due romeni dopo che avevano rubato del rame nella galleria Telegrafo.

I poliziotti erano intervenuti perché insospettiti dalla totale mancanza di illuminazione all’interno del tunnel. Così, accompagnati dai tecnici del centro operativo Enel hanno effettuato un sopralluogo. Si è scoperto che qualcuno, introdottosi in una cabina elettrica, aveva manomesso le due botole in corrispondenza del sistema elettrico, tranciando numerosi cavi. Accanto ai fili elettrici tagliati, gli agenti hanno notato un berretto bruciacchiato e un telefonino ancora funzionante.

Poco prima agenti della Volante avevano notato a Messina un’auto mentre percorreva a velocità e in controsenso, viale Europa. L’auto era stata raggiunta e bloccata all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale Piemonte. Sull’auto viaggiavano un uomo e una donna romeni che sostenevano di aver accompagnato un loro connazionale che si era ferito e per questo avevano percorso viale Europa controsenso.

Dagli ulteriori accertamenti è emerso che il ferito, un romeno di 35 anni, presentava ustioni gravi sul 40% del corpo, in particolare al volto e agli arti superiori. Sulla natura delle ferite i due accompagnatori non hanno saputo fornire spiegazione agli agenti. Così grazie alla comunicazione tra polizia stradale e volanti, l’uomo ricoverato è stato ricollegato al caso di furto di rame in autostrada.

I rilievi effettuati sul telefonino trovato in autostrada hanno accertato che l’ultima chiamata in uscita era stata fatta proprio alla donna fermata dai poliziotti delle volanti. La donna è stata denunciata all’Autorità giudiziaria per favoreggiamento personale.

Il romeno ferito, trasportato al centro grandi ustionati dell’ospedale Cannizzaro di Catania, è stato denunciato per furto aggravato e attentato alla sicurezza dei trasporti.

 

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi