Trapani: Cosa nostra sui lavori del porto, maxi sequestro della finanza

Maxi sequestro di beni a due imprenditori trapanesi, Francesco e Vincenzo Morici, padre e figlio, ritenuti vicini al latitante Matteo Messina Denaro. Sigilli posti a beni per oltre 30 milioni di euro. Secondo gli investigatori, le mani di Cosa nostra ci sarebbero anche su alcuni lavori eseguiti nel porto di Trapani.

La società gestita dai Morici gestisce un maxiappalto da 41 milioni di euro nel porto siciliano, aggiudicato nel 2004 nell’ambito della Louis Vuitton cup, un’iniziativa dell’America’s Cup.

Dalle intercettazioni è emersa anche l’esistenza di intese con il boss mafioso Francesco Pace, esponenti politici e imprese partecipanti, per favorire i Morici nell’aggiudicazione degli appalti e per utilizzare materiali non conformi, tali da alterare la stabilità dell’opera nel tempo. Gli imprenditori pagavano mazzette milionarie alla famiglia mafiosa e a chi era incaricato di sorvegliare la corretta esecuzione dei lavori.

“Dopo l’operazione di ieri che blocca il tentativo di riorganizzazione di Cosa nostra nel palermitano, un altro importante colpo viene inferto, con il sequestro del patrimonio degli imprenditori Morici, a Cosa nostra trapanese ed in particolare al boss Matteo Messina Denaro”. Lo dice il senatore Giuseppe Lumia.

“Tempo fa – aggiunge – in Commissione antimafia avevo chiesto di accendere i riflettori sui lavori al porto di Trapani per l’America’s Cup. Le mie denunce sollevarono diverse contestazioni. Le inchieste di questi anni condotte dalla magistratura ed eseguite dalle forze dell’ordine mi stanno dando ragione”.

“Bisogna continuare – conclude Lumia – su questa direzione, colpire l’organizzazione sul piano economico e delle collusioni, per indebolire il potere di Cosa nostra e catturare Matteo Messina Denaro”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi