Palermo: un uomo d’onore sarebbe l’autore delle lettere minatorie a Di Matteo

Sarebbe un “uomo d’onore della famiglia trapanese”, l’autore delle due lettere anonime recapitate in procura a Palermo e nelle quali si parla di progetti di attentati in danno di magistrati.

L’eliminazione di Di Matteo, scrive l’anonimo, sarebbe stata decisa in alternativa a quella di Massimo Ciancimino, figlio dell’ex sindaco mafioso di Palermo, su richiesta degli amici romani di Matteo Messina Denaro “perché questo paese non può finire governato da comici e froci”.

Nei due anonimi scritti al computer, il misterioso “uomo d’onore” scrive di aver “sentito dire che stanno studiando anche i movimenti di un magistrato di Caltanissetta, uno che quando torna a Palermo passa sempre da via…”

Mentre per Di Matteo il progetto, deliberato due mesi fa con l’assenso di capimafia liberi e detenuti, aveva raggiunto la fase esecutiva e doveva scattare a maggio, per il magistrato di Caltanissetta non vengono indicate date precise, ma l’anonimo mostra di conoscere le strade e i percorsi che l’uomo fa abitualmente.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi