Messina: falsi certificati medici a sportivi, 2 arresti

Rilasciavano falsi certificati medici a sportivi. Con le accuse di truffa, esercizio abusivo della professione medica, falsità ideologica commessa da pubblico ufficiale, soppressione, distruzione e occultamento di atti veri, i Carabinieri della stazione di Messina Gazzi hanno arrestato un medico e sua moglie, entrambi incensurati. Le manette sono scattate ai polsi di Stefano Conte, 52 anni, medico nefrologo in servizio al Policlinico di Messina e di Orlanda Vinci, 51 anni.

Le indagini erano state avviate dopo una segnalazione di un dirigente medico in servizio presso l’unità ospedaliera di medicina fisica e riabilitativa e medicina dello sport al policlinico universitario di Messina. L’uomo aveva denunciato ai carabinieri che era stato redatto un certificato medico, probabilmente falso, con l’intestazione e il timbro dell’ospedale, che era stato esibito da un atleta in occasione di una competizione sportiva di pugilato.

Nel corso delle indagini è emerso che erano stati fatti ulteriori certificati falsi. Tutti redatti secondo le stesse modalità. E’ emerso così che l’arrestato, avvalendosi della collaborazione della moglie, sprovvista di qualsiasi titolo all’esercizio della professione medica e di una qualifica sanitaria, a partire dal 2009 avrebbe redatto i certificati medici falsi, inducendo in errore più di 50 atleti allo scopo di trarre un ingiusto profitto economico. Ogni certificato veniva pagato dai 25 ai 30 euro. Entrambi gli arrestati si trovano adesso agli arresti domiciliari.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi