Nicosia (En): operazione “Double game”, 11 arresti

Undici persone sono state arrestate dagli agenti del commissariato di Nicosia, centro in provincia di Enna, nell’ambito dell’operazione denominata Double game per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito di intercettazioni telefoniche e ambientali,  sono emerse le figure di diversi giovani di Nicosia, Capizzi e Regalbuto, dediti allo spaccio e al consumo di droga.

Arresti domiciliari per Alfio La Blunda, 24 anni; Rosario La Blunda, 20 anni e Nicolò Maggio, 24 anni. I tre hanno avuto anche la prescrizione di non allontanarsi per nessun motivo e di non comunicare con alcuno tranne che con i familiari conviventi.

I tre giovani hanno avuto un ruolo fondamentale per aver esercitato attività di spaccio di sostanza stupefacente in forma organizzata e professionale, traendo, evidentemente, da tale lucrosa attività, non solo i proventi per il sostentamento personale, ma anche le somme da reinvestire, di volta in volta, in ulteriori acquisti di sostanze stupefacenti da immettere sul mercato, alimentando così un pericoloso circuito illecito; Alfio La Blunda spacciava nei comuni di Nicosia e Troina, Rosario La Blunda, oltre a spacciare nel comune di Nicosia, era il vettore per viaggi di approvvigionamento a Gagliano Castelferrato, Leonforte e Catania, mentre Nicolò Maggio era il socio in affari illeciti di Rosario La Blunda giacché insieme acquistavano grosse quantità di sostanza stupefacente da alcuni fornitori di Capizzi, per poi rivenderla sulla piazza di Nicosia.

Divieto di allontanamento dal Comune di Nicosia per Luca Venezia, 23 anni. Consumatore e spacciatore, manteneva contatti principalmente con Alfio La Blunda per l’approvvigionamento delle sostanze stupefacenti da Catania.

Obbligo di presentazione al commissariato di Nicosia per Giuseppe Migliore, 24 anni. Il giovane spacciava nel Comune di Nicosia cedendo la droga anche a minorenni e effettuava viaggi di approvvigionamento anche nei Comuni di Gagliano Castelferrato, Regalbuto e Catania. 

Divieto di allontanamento dal Comune di Capizzi per 5 giovani: Davide Calandra Sebastianella, 20 anni; Giacomo Catania Cerro, 29 anni; Massimo Giacomo Fascetto, 23 anni; Francesco Fascetto Sivillo, 23 anni e Giandomenico Berna Nasca, 20 anni. I primi 4 sono già stati arrestati a dicembre del 2011 dagli agenti del commissariato di Nicosia per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio in concorso. Spacciatori di notevoli quantitativi di droga, acquistata a Catania e gira e poi smerciata sulle piazze di Capizzi e Nicosia.

Infine, obbligo di presentazione alla stazione dei Carabinieri di Regalbuto per Alessandro Minissale, 22 anni. Era lui a rifornire Giuseppe Migliore e altri giovani di Nicosia.

Nell’indagine “Double game” sono stati indagati circa 20 giovani.

Maria Chiara Ferraù

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi