Caccamo (Pa): ex sindaco arrestato di Peculato

L’ex sindaco di Caccamo, centro in provincia di Palermo, Desiderio Capitano, 52 anni, è stato arrestato per peculato in concorso continuato, concorso in falsità ideologia commessa da pubblico ufficiale in atti pubblici e abuso d’ufficio in concorso continuato. Agli arresti domiciliari, oltre a Capitano, anche Giuseppe La Rocca, 64 anni, palermitano, responsabile dell’ufficio di ragioneria del Comune, all’epoca dei fatti contestati responsabile pro tempore dell’ufficio di ragioneria del Comune di Caccamo. I reati contestati sarebbero stati commessi da maggio 2007 a maggio 2012.

Secondo le accuse, La Rocca e Capitano, attestando false causali, sottoscrivevano e riscuotevano mandati di pagamento emessi in favore di se stessi o di terzi, in assenza di qualsiasi autorizzazione o giustificazione. A volte i mandati di pagamento avevano ad oggetto contributi sociali che venivano assegnati arbitrariamente, senza che venisse avviata alcuna istruttoria presso i competenti uffici del Comune, finalizzata a verificare se i beneficiari dei contributi fossero in concreto legittimati a ricevere gli emolumenti assistenziali.

 

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi