Messina: aggredì carabiniere, arrestato

È ritenuto responsabile dell’aggressione ai carabinieri lo scorso 4 febbraio. Oggi i militari dell’Arma hanno arrestato un giovane di 29 anni, Carmelo Prospero. Il ragazzo dovrà rispondere di resistenza a pubblico ufficiale in concorso, lesioni aggravate, rapina e furto aggravato. I fatti erano accaduti a Rometta Marea.

I Carabinieri, lo scorso 4 febbraio, mentre transitavano impegnati in un servizio antirapina sulla via Nazionale, hanno notato un uomo comportarsi in maniera sospetta. Una volta raggiuntolo, i carabinieri gli hanno chiesto i documenti e a quel punto il 40enne senza alcun motivo, si è scagliato contro i militari tentando di sottrarre l’arma a uno di loro.

Frattanto, da un’autovettura in sosta poco distante, scendevano altri tre soggetti, i quali, in concorso con il 40enne, partecipavano anch’essi alla colluttazione aggredendo i Carabinieri, con calci e pugni, dandosi poi a precipitosa fuga a bordo dell’autovettura in uso.

I Carabinieri della Compagnia di Milazzo, nelle immediatezze dell’aggressione avviavano una serrata attività info-investigativa, riuscendo ad individuare, a Messina, l’autovettura che dagli accertamenti è risultata in uso al giovane che per primo aveva aggredito i Carabinieri.

In quella circostanza, era stato arrestato il 40enne Gioacchino Bucalo, messinese già noto alle forze dell’ordine. I militari, nel corso della colluttazione, avevano riportato lesioni giudicate guaribili in 20 giorni.

Ieri mattina l’arresto del 29enne Carmelo Prospero, destinatario del provvedimento emesso dal gip di Messina.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi