Mafia e parchi eolici nel messinese, fra gli arrestati anche un sindaco

Mafia e parchi eolici in provincia di Messina. Ci sono anche un sindaco e un funzionario comunale fra le cinque persone arrestate oggi dai Carabinieri delle compagnia messinesi di Barcellona Pozzo di Gotto e Patti. Stamattina è stato dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare in carcere emesso dal gip di Messina che ha accolto le richieste della Dda. Gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso esterno in associazione di tipo mafioso, truffa, estorsione aggravata dal metodo mafioso e concussione.

Le indagini erano state avviate nel 2009 dai Carabinieri e hanno permesso di individuare un sistema illecito di affidamento degli appalti e dei lavori per la realizzazione dei parchi eolici “Nebrodi” e “Alcantara-Peloritani”.

Sono state distratte risorse in favore di imprese “contigue”, si sono verificati ritardi nel rilascio di alcune autorizzazioni solo per costringere la società appaltatrice ad affidare i lavori a una determinata ditta e sono stati utilizzati materiali diversi previsti e molto più scadenti e non sono stati adottati, in merito, provvedimenti da parte dei tecnici della società appaltatrice.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi