Catania: rapina in sagrestia, arrestato pregiudicato

La sacralità del luogo non l’ha fermato dal commettere una rapina. Giuseppe Agatino Gangi, 36enne di Catania, pregiudicato, attualmente affidato in prova ai servizi sociali, è stato arrestato dai Carabinieri della compagnia di Fontanarossa.

I militari lo hanno notato mentre si allontanava di corsa dalla strada che fiancheggia la chiesa Santo Spirito. I Carabinieri gli hanno intimato l’alt, ma l’uomo ha tentato di scappare. Un tentativo vano perché è stato bloccato dopo una breve colluttazione.

Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che l’uomo, poco prima, durante la celebrazione della messa pomeridiana, si era introdotto furtivamente in sacrestia per sottrarre alcuni oggetti di valore custoditi all’interno. Alcuni fedeli lo hanno scoperto e l’uomo si è dato alla fuga, non prima di essersi appropriato di una cartellina contenente della documentazione matrimoniale e due forbici da pota con lama di circa 20 cm.

L’uomo, per assicurarsi la fuga, ha puntato contro i fedeli che lo hanno rincorso, una pistola giocattolo priva del tappo rosso che è stato rinvenuta e sequestrata dai Carabinieri.

Gangi è stato arrestato e rinchiuso nel carcere di Catania piazza Lanza dove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria. La refurtiva è stata recuperata e restituita al parroco.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi