Caltanissetta: danneggiano villa comunale, 4 giovani denunciati

Volevano divertirsi e per questo hanno danneggiato la villa comunale. È stata questa la motivazione fornita da 4 giovanissimi che sono stati denunciati dalla polizia a Caltanissetta per danneggiamento aggravato. I quattro avevano danneggiato villa Amedeo e nelle settimane precedenti anche il circolo del tennis poco distante.

I poliziotti sono giunti alla villa comunale a seguito di una segnalazione e hanno individuato due ragazzini che si allontanavano in direzione delle giostre, sedendosi sull’altalena. All’interno dei bagni sono stati trovati altri due giovani, fra cui M.L., 18 anni (gli altri tre ragazzi hanno tra i 14 e i 15 anni) che teneva un martello in mano e C.C. che, alla vista degli agenti, ha gettato la tenaglia che aveva in mano.

Tutti gli arredi dei bagni della villa erano stati rotti. La baby gang aveva asportato le manovelle dei miscelatori dei lavelli, divelto porte e spaccato la sede delle stesse, aveva asportato le maniglie, fatto saltare mattonelle ed aveva anche tranciato i fili del quadro elettrico e danneggiato i pozzetti di irrigazione collocati all’interno di alcune aiuole limitrofe ai bagni.

I quattro ragazzi sono stati accompagnati in questura. Il maggiorenne ha ammesso le proprie responsabilità dichiarando di aver compiuto i danneggiamenti insieme ai minori con cui era stato sorpreso. Il ragazzo ha fatto riferimento anche a precedenti incursioni nella stessa villa e al vicino circolo del tennis nelle scorse settimane. Ad ammettere le proprie colpe anche C.C. che ha specificato che per lui e i suoi amici era come un gioco rompere tutto quello che gli capitava a tiro.

Dopo le formalità di rito, il maggiorenne denunciato è stato rilasciato e i minori sono stati segnalati alla procura di via don Minzoni e sono stati affidati ai genitori. Sono ancora in corso ulteriori indagini per accertare le specifiche responsabilità penali dei ragazzi per i precedenti casi di danneggiamento.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi