Palermo: seminario su paesaggio come segno, arte e futuro

“Il paesaggio: segno, arte, futuro”. È questo il seminario organizzato dall’associazione SiciliAntica in collaborazione con il centro scolastico Imera, a Palermo a partire da domani. Sei gli incontri previsti, più una visita guidata naturalistica.

Domani, dopo il saluto di Rosi Bajata del consiglio di direzione del centro scolastico Imera e la presentazione di Alfonso Lo Cascio della presidenza di SiciliAntica, si terrà il primo incontro tenuto dall’architetto Giuseppe carta, già ordinario di urbanistica all’università degli studi di Palermo. La lezione si terrà al centro scolastico Imera in via delle Croci 6 a Palermo a partire dalle 16.30.

La seconda lezione è prevista invece per giovedì 7 febbraio e sarà tenuta dall’architetto Cesare Capitti che affronterà il tema “Pianificazione, paesaggio e sviluppo sostenibile”, mentre giovedì 14 febbraio si affronterà l’argomento “Il paesaggio nell’arte siciliana”, tema trattato da Angela Mazzè, storica dell’arte presso l’Università dì Palermo. Il seminario continua giovedì 21 febbraio con la lezione di Carmelo Montagna, architetto e storico dell’arte, dal titolo “Paesaggio e figure: senso e significati per la storia dell’arte”. Giovedì 28 febbraio si parlerà invece di “Immagini del paesaggio nella fotografia”, ad affrontare l’argomento l’architetto Guido Santoro. L’ultima lezione del seminario si terrà venerdì 7 marzo con l’intervento di Marcantonio Ruisi, che si occupa si strategia e politiche aziendali presso l’Università di Palermo che parlerà di “Valorizzazione turistica del paesaggio nelle strategie di Destination Management”.

Alla fine del corso verrà rilasciato un attestato di partecipazione.  Per informazioni: SiciliAntica, Tel. 346.8241076. E-mail: palermo@siciliantica.it.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi