Regione: il Cas revoca l’appalto alla Ventura spa

Il Consorzio autostrade siciliane ha revocato l’appalto per la manutenzione, vigilanza e interventi di sicurezza sulle tratte autostradali alla Ventura Spa, l’azienda che era stata al centro di polemiche scatenate dalle dichiarazioni della scorsa settimana del presidente della Regione, Rosario Crocetta. Il governatore dell’isola aveva messo sotto accusa gli appalti assegnati dal Cas alla Ventura, ditta che è stata esclusa dai lavori dell’Expo 2015 di Milano perché sospettata di avere rapporti con esponenti della mafia.

Il consorzio autostrade siciliana ha prima deliberato la revoca dei lavori affidati alla Ventura e poi li ha assegnati a tre imprese diverse: l’Euroimpianti Buscemi di Avola, la palermitana Drago e la Isgrò del messinese. L’appalto riguarda le tre tratte gestite dal Cas: Messina-Palermo, Messina-Catania e Siracusa-Gela, è stato assegnato in regime di somma urgenza per 90 giorni.

Sull’impresa di Furnari prosegue la tempesta scaturita dalle dichiarazioni pubblicate sull’Espresso su presunti rapporti di alcuni dirigenti della ditta con esponenti di cosche mafiose barcellonesi. Poi è arrivata l’informativa prefettizia da Milano che ha escluso la ditta dal cantiere più corposo per la realizzazione dell’Expo 2015. Lo scorso fine settimana, infine, la denuncia pubblica di Crocetta sulla prosecuzione dei rapporti tra la Ventura e il Consorzio autostrade siciliane.

Sull’argomento interviene anche il neo parlamentare e sindaco di Caprileone, Bernadette Grasso. “Da anni, come sindaco, avevo posto all’attenzione dei governi regionali le precarie condizioni delle autostrade siciliane. Il Cas è allo stato un ente pubblico economico e come tale deve essere assoggettato a tutte le regole introdotte per gli enti pubblici, finalizzate a ottenere un risparmio di spesa oltre che l’equilibrio di bilancio e l’efficienza amministrativa. A mio avviso – conclude la Grasso – è giunto il momento di operare una seria riflessione ed interrogarsi sull’effettivo vantaggio di una gestione pubblica dell’Autostrada o piuttosto considerare l’ipotesi di una gestione privata”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi