Caltanissetta: sequestrati beni per 2 milioni di euro riconducibili a Privitera

Beni per un valore di circa 2 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Direzione investigativa antimafia di Caltanissetta a Giovanni Privitera, personaggio di spicco di Cosa nostra operante, con ruoli direttivi, nel cosiddetto Vallone, area geografica a nord della provincia di Caltanissetta.

I sigilli sono stati posti a imprese operanti nel settore dell’edilizia e dell’agricoltura, terreni, fabbricati e rapporti bancari.

Privitera, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione personale dell’obbligo di dimora a Vallelunga Pratameno,  ”secondo le risultanze processuali emerse a suo carico (operazioni  Leopardo, Deserto e Terra Bruciata), viene indicato come personaggio  di vertice della famiglia mafiosa operante nel mandamento di  Vallelunga Pratameno della provincia di Caltanissetta”, spiegano alla Dia.

I beni sotto sequestro sono anche di proprietà dei più stretti congiunti di Privitera, uno dei quali, in particolare, aveva avviato una consistente attività di impresa nel settore dell’edilizia, con la quale era riuscito a ottenere, dal 2002 ad oggi, soltanto nel comune di Vallelunga Pratameno, 65 lavori tramite aste pubbliche, cottimi fiduciari, trattativa privata, somme urgenze e lavori in economia.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi