Catania: Crocetta si impegna sulle vertenze messinesi

Sulle vertenze Triscele e Vittorio Emanuele di Messina, ieri il presidente della regione siciliana, Rosario Crocetta, si è impegnato a Catania nel corso di un incontro con rappresentanze dei lavoratori e rappresentanti della Cgil di Messina.

Martedì nuovo incontro con il governatore dell’isola per cercare una soluzione alle vertenze.

La Cgil esprime una cauta soddisfazione per l’incontro con Crocetta sulla vertenza Triscele. Crocetta ha detto che sta lavorando a due ipotesi: la prima è quella di cercare di bloccare la speculazione edilizia sull’area dell’ex stabilimento e costringere a produrre birra. La seconda è quella di sfruttare la zona franca urbana di Barcellona che assicurerebbe grandi vantaggi fiscali e contributivi a una nuova attività produttiva con protagonisti i lavoratori.

Intanto il presidente della Regione ha accolto la richiesta del sindacato per la convocazione di un incontro per trovare una soluzione fattibile, anche attraverso l’individuazione di un nuovo investitore. L’incontro si terrà martedì prossimo alla Regione a cui parteciperanno, oltre ai sindacati, l’assessore regionale alle attività produttive e commissario del comune di Messina e la famiglia Faranda.

Per Lillo Oceano, segretario generale della Cgil di Messina che è stato presente all’incontro di ieri è bene che si avvii “un percorso che ricerca soluzioni sia alla vicenda del teatro Vittorio Emanuele sia a quella della Triscele. Su quest’ultima in particolare – conclude Oceano – apprezziamo l’impostazione di Crocetta che ritiene più importante le attività produttive rispetto alle speculazioni edilizie”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi