Terme Vigliatore (Me): omicidio, fermato un tunisino

Una profonda coltellata al torace. È stato ucciso così il tunisino Mohamed Said, 41 anni, trovato morto a Terme Vigliatore, centro in provincia di Messina. Ad ucciderlo sarebbe stato il connazionale 32enne Arafet Ben Hamza, fermato dai Carabinieri su disposizione del magistrato di turno alla procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, Francesco Massara.

L’omicidio sarebbe stato il triste epilogo di una lite scoppiata ieri sera nel centro tirrenico del messinese intorno alle 22. I Carabinieri, giunti sul posto, dopo aver constatato il decesso del tunisino, hanno rinvenuto poco lontano dal luogo del delitto, un coltello che è stato sequestrato.

Ben Hamza, l’altro tunisino coinvolto nella lite, già noto alle forze dell’ordine, era in stato di evidente alterazione psicofisica. Dalle indagini è emerso che, poco prima delle 22 di ieri sera, i due extracomunitari avevano avuto prima un diverbio all’interno di un esercizio pubblico e poi, una volta all’esterno, avrebbero avuto una violenta colluttazione. Nel corso della lite Ben Hamza, armato di coltello, avrebbe colpito la vittima al torace, provocandone la morte.

Il trentaduenne è stato dunque fermato e dovrà rispondere della grave accusa di omicidio. Si trova adesso nel carcere di Messina Gazzi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi