Pettineo (Me): maltrattamenti all’asilo. Sospese 4 persone

I genitori gli affidavano ogni giorno i propri figli prima di andare a lavorare. Erano tranquilli di lasciarli in mano alle maestre dell’asilo. Non sospettavano che tre insegnanti e una collaboratrice della scuola materna di Pettineo, centro in provincia di Messina, li maltrattavano. Spesso i bambini venivano lasciati soli nelle aule mentre le quattro donne chiacchieravano tranquillamente nel corridoio, incuranti del fatto che i piccoli si procuravano anche lesioni. E poi schiaffi e calci per farli stare zitti. Una inchiesta sconvolgente portata alla luce dai Carabinieri della locale stazioni.

Le quattro donne, tutte di età compresa tra i 59 e i 62 anni, sono state sospese per due mesi dall’esercizio dell’ufficio di insegnante/collaboratrice e sono state rimosse immediatamente dall’incarico. I provvedimenti, emessi dal gip del tribunale di Mistretta, sono stati notificati questa mattina dai Carabinieri della stazione di Pettineo.

Le indagini erano state avviate dai militari dell’Arma lo scorso maggio quando una serie di testimonianze raccolte all’interno delle mura scolastiche avevano portato i militari, di concerto con la locale procura della Repubblica, ad installare diverse telecamere nascoste per monitorare e accertarsi di eventuali abusi commessi all’interno dell’asilo che ospita bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni.

È stato così accertato che i metodi educativi utilizzati dalle quattro donne erano chiaramente vessatori e talvolta addirittura violenti. Le donne incutevano nei bambini un costante senso di timore per la loro incolumità.

Sono stati documentati dai militari innumerevoli abusi nei confronti dei bambini che venivano lasciati ogni giorno da soli all’interno delle aule didattiche.

I militari dell’Arma hanno anche raccolto diverse testimonianze da alcuni genitori dei bambini che hanno comunicato come i propri figli manifestassero insofferenza verso la scuola e timore a frequentare le lezioni, verosimilmente in ragione delle violenze fisiche e psicologiche cui erano sottoposti.

Le quattro donne ora dovranno rispondere di maltrattamenti, con l’aggravante di aver commesso il fatto abusando della propria autorità in qualità di insegnanti/collaboratrici scolastiche.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi