Barcellona Pozzo di Gotto (Me): estorsione, arrestato un giovane

Aveva appena intascato 2 mila euro in contanti frutto di un’estorsione. I Carabinieri con l’accusa di estorsione hanno arrestato un giovane trentenne di Barcellona Pozzo di Gotto, nel messinese. L’efficace attività investigativa è il risultato di una complessa attività di monitoraggio del territorio condotta dai Carabinieri nel comune di Barcellona, teatro nel recente passato di importanti operazioni di polizia giudiziaria, grazie alle quali sono stati inflitti grossi colpi alla criminalità organizzata locale.

Le manette sono scattate ai polsi di A. C., 30 anni, incensurato. Dopo prolungati servizi di osservazione e di pedinamento durati due giorni, è stato bloccato dai Carabinieri poco dopo aver intascato una mazzetta da 2 mila euro dal titolare di un esercizio commerciale di Barcellona. Dopo aver preso l’ingente somma il ragazzo ha addirittura augurato Buon Natale al commerciante.

Una volta bloccato all’interno del negozio, nel corso dell’immediata perquisizione personale, i militari dell’Arma hanno trovato i soldi in contante e hanno arrestato il giovane che si trova adesso nel carcere di Messina Gazzi dove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Sono in corso ulteriori indagini da parte dei Carabinieri per comprendere se l’evento estorsivo sia stato localizzato ad un unico obiettivo o se l’evento malavitoso abbia interessato anche altri esercizi pubblici di Barcellona Pozzo di Gotto.

I Carabinieri, pertanto, invitano ancora una volta gli operatori economici a denunciare tali reati uscendo dalla morsa del racket.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi