Sciacca (Ag): era stato accusato di pedofilia, prete perde il sacerdozio

Era stato arrestato il 23 luglio 2012 con la gravissima accusa di violenza su minore. L’ex parroco di Sciacca, Davide Mordino, perde il sacerdozio. Lo scorso 18 settembre il tribunale del riesame di Palermo gli aveva concesso gli arresti domiciliari, oggi è arrivata la notizia del provvedimento della perdita del sacerdozio emesso dal Vaticano. Mordino apparteneva al Terz’Ordine regolare che lo aveva allontanato da Sciacca, nell’agrigentino, per un periodo di riflessione e contestualmente aveva avviato un’indagine interna.

L’ex parroco avrebbe compiuto atti sessuali con minori di età tra i 14 e i 18 anni in cambio di denaro. Li avvicinava con la scusa di fargli fare un test sulla sensibilità corporea per conto dell’università di Palermo. Seguivano poi atti sessuali con pagamento di somme dai 50 ai 300 euro.

L’ex sacerdote, inoltre, secondo gli inquirenti, faceva sottoscrivere un modulo apparentemente intestato alla società Mediaset di Milano che avrebbe poi permesso ai giovani di partecipare ai programmi televisivi. Una sorta di “raccomandazione” vista la parentela dell’ex parroco con un noto intrattenitore televisivo.

L’indagine a carico di Davide Mordino era scattata nell’ambito dell’operazione antidroga denominata Mata Hari. Gli aventi avrebbero appurato che l’uomo intratteneva rapporti sessuali a pagamento con uno degli indagati. Uno spunto sufficiente per approfondire la questione e stabilire eventuali rapporti dell’ex sacerdote nei locali della Basilica anche con minorenni.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi