Palermo: “Grida di silenzio” di Paolo Madonia

Sarà inaugurata domani la mostra personale di Paolo Madonia “Grida di silenzio” nelle sale duca di Montalto del palazzo reale di Palermo alle 19.00.

Paolo Madonia è un pittore autodidatta che, dopo avere iniziato con attività di incisione, si è progressivamente orientato verso la sperimentazione di linguaggi e forme di comunicazione informali. Madonia è solito, nella sua attività artistica, fare ricorso a smalti, vernici e materiali “poveri” che lavora e trasforma con l’uso della combustione; una tecnica questa, simile a quella utilizzata da Burri.

In circa 30 anni di produzione Paolo Madonia ha avuto modo di esporre le sue opere in numerose sedi, in Italia e all’estero. Ha esposto, tra l’altro, a New York, a Venezia, a Milano, a Lisbona ed a Barcellona.

La mostra di Paolo Madonia, organizzata dalla Fondazione Federico II, sarà inaugurata dunque domani alle 19.. Sarà poi aperta al pubblico dei Visitatori dal 15 dicembre al 6 gennaio del prossimo anno. Gli orari di apertura vanno dalle 8,15 alle 17,40 con l’eccezione delle domeniche e dei giorni festivi, quando la mostra è visitabile fino alle ore 13,00. Soltanto nelle giornate di martedì 25 dicembre e di martedì 1 gennaio il Palazzo Reale di Palermo è chiuso ai Visitatori. Il catalogo “Grida di silenzio” edito dalla Fondazione Federico II si avvale di alcuni importanti contributi di presentazione dei curatori della mostra Salvo Ferlito, Aldo Gerbino e Eleonora Troncale.

La mostra è dedicata alla mamma dell’artista e al territorio della Valle dello Iato, troppo spesso legato ad una immagine negativa che  l’artista vuol modificare facendo emergere, tramite la sua arte, la cultura e la sensibilità delle persone che vi abitano.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi