Palermo: dopo 33 anni luce sull’omicidio Di Bona

Dopo oltre trent’anni è stata fatta luce sull’omicidio del maresciallo Calogero Di Bona, vice comandante degli agenti di custodia del carcere Ucciardone di Palermo. Gli elementi di indagine raccolti rimandano al capomafia Salvatore Lo Piccolo, 70 anni e al boss Salvatore Liga, 81 anni, entrambi condannati all’ergastolo.

Di Bona, nel 1979, venne prima ucciso e poi il suo corpo è stato dato alle fiamme. Per i magistrati, il mandante dell’omicidio sarebbe stato il capo mandamento della famiglia mafiosa di Tommaso Natale, Rosario Riccobono, scomparso per lupara bianca.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi