Tortorici (Me): dipendenti comunali verso lo sciopero

Lo sciopero si avvicina inesorabilmente. Il futuro dei dipendenti di Tortorici, che continuano a rimanere in stato di agitazione, ha i contorni incerti. L’incontro di ieri in Prefettura fra amministrazione comunale, Cgil, Cisl e Uil, non ha avuto, per i sindacati, risultati positivi. Nel corso della riunione, convocata dal neo prefetto Stefano Trotta per avviare la procedura di raffreddamento, l’assessore Giuseppe Galbato ha dichiarato che è stato pagato il mese di agosto e che le altre mensilità arretrate saranno saldate entro la fine di novembre. Sempre che, naturalmente, arrivino i soldi dalla. Intanto, il consiglio comunale ha approvato il riequilibrio di bilancio, ma gli oltre 100 lavoratori sono esasperati da questa situazione. Le casse comunali sono vuote e i dipendenti, inoltre, come indicato formalmente da un ordine di servizio, per arrivare nei luoghi di lavoro devono utilizzare i propri mezzi o uscire a piedi. “Al momento – hanno spiegato Cgil, Cisl e Uil – è garantito soltanto il trasporto degli alunni e il carburante sta per finire. Manca la riorganizzazione dei servizi tante volte chiesta durante incontri con l’amministrazione”.

L’allarme lanciato dai sindacati, però, non è soltanto per i dipendenti comunali, ma per l’intera economia del territorio oricense. Presto, se la situazione non si risolverà, si avranno disservizi e a pagarne le conseguenze sarà anche l’utenza. Già adesso i primi problemi si sono registrati con gli uffici postali da dove non si spedisce più la posta dallo scorso settembre, tranne quella con posta certificata e via fax. Se si continuerà su questa scia presto, avvertono i sindacati, verranno meno anche altri servizi essenziali per i cittadini.

 

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi