Gela (Cl): armi e droga in casa, arrestato 23enne

Avrebbe legami di parentela con le famiglie mafiose di Gela (Caltanissetta) Enzo Bruno Manfrè, 23enne arrestato dalla Polizia per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di armi. Manfrè, che ha precedenti per possesso ingiustificato di oggetti atti a offendere, lesioni, danneggiamento, furti e stupefacenti, aveva nel garage di casa un vero e proprio arsenale. In particolare, gli agenti della squadra mobile di Caltanissetta e quelli della sezione investigativa del commissariato di Gela hanno trovato e sequestrato un fucile semi automatico con matricola completamente abrasa; circa 300 munizioni di vario calibro e spezzatura; 1.800 kg di marijuana in involucri di cellophane, una carabina calibro 22 con matricola completamente abrasa; un cannocchiale di precisione con la scritta 3 – 9X40 E; una carabina ad aria compressa completa di cannocchiale, un giubbotto antiproiettile realizzato artigianalmente con cinghia in cordura contenente diverse piastre di metallo con un foro e una relativa ammaccatura presumibilmente per un colpo di arma da fuoco; una tavolozza con cinque coltelli di diverso calibro fra cui una baionetta con lama di 18 centimetri; un pugnale con lama di 8,5 cm; un coltello con manico avorio con lama di 8 centimetri e sedici coltelli con lame di misura variabile dai 6 agli 11 centimetri.

Il giovane è stato arrestato e, dopo le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Gela dove resterà a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Maria Chiara Ferraù

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi