Messina: Daf e ordine degli avvocati insieme per beneficenza

Prosegue anche per quest’anno il rapporto che nel 2005 iniziò tra Daf – Associazione Culturale presieduta da Giuseppe Ministeri e  l’Ordine degli Avvocati di Messina. Un impegno questo che lo scorso anno ha permesso di acquistare, con gli incassi dello spettacolo “Il giudice e il suo boia”, materiali sanitari per l’ U.O.S. pediatria medica d’urgenza dell’A.O.U. Policlinico G. Martino di Messina. 

Mercoledì 24 ottobre alle ore 21.00 andrà in scena al Teatro Vittorio Emanuele di Messina lo spettacolo teatrale “La visita della vecchia signora” di Friedrich Dürrenmatt, diretto da Antonio Lo Presti, che ne ha curato l’adattamento, ed interpretato dalla compagnia teatrale degli avvocati messinesi Salvis Juribus.

L’opera rappresentata, una della più famose dell’autore svizzero, è un dramma che ha al centro i temi del denaro, della giustizia e della corruzione morale, attraverso la narrazione dell’arrivo nella città di  Güllen di Claire Zachanassian che, promettendo ricchezze, induce gli abitanti a odiare e persino a uccidere, a partire dall’idea che persino la giustizia può essere comprata.

Protagonisti sul palcoscenico gli avvocati Loredana Bruno, Patrizia Causarano, Lucio Castagna, Salvatore Catalano, Isabella Celeste, Marcello Fatato, Salvatore Gallo, Anna Gemellaro, Antonio Giunta, Lidia Lazzara, Gianmaria Lojacono, Pino Magrofuoco, Paola Pirri, Giuseppe Sorbello, Franco Velardi, Simona Triolo, Federica Violi, Aurelio Wrzy.

Hanno inoltre collaborato alla realizzazione dello spettacolo Nello Fatato e Piefrancesco Mucari  per le musiche, Margherita Staiti per scene e costumi, come assistenti Marisa Venuti e Margherita Rosaci, aiuto regia Mariaclara Spartà.

Il ricavato della serata sarà interamente devoluto in beneficenza.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi