Caltanissetta: lavoro solidale fino al 12 novembre

Fino al prossimo 12 novembre i cittadini disoccupati e residenti a Caltanissetta che abbiano un’età compresa tra i 18 e i 60 anni e siano appartenenti ad un nucleo familiare con reddito Isee pari a zero, potranno presentare al Comune l’istanza per partecipare al “Lavoro solidale”. Si chiama così il progetto sperimentale varato dalla giunta Campisi, su proposta dell’assessore alle Politiche sociali, Giuseppe Firrone, che prevede l’erogazione di contributi economici (buoni lavoro tramite il meccanismo dei voucher) come corrispettivo di una prestazione lavorativa in aiuto ai disoccupati.

L’iniziativa promossa dal sindaco e dall’assessore Firrone – dichiara il consigliere comunale del Pdl, Oscar Aiello – è sicuramente da apprezzare e merita un plauso. Il lavoro solidale pone infatti fine all’elargizione di sussidi economici a fondo perduto, sostituendoli con il pagamento di prestazioni di lavoro occasionale eseguite da chi si trova in precarie condizioni economiche. In questo modo si ottiene il duplice risultato di aiutare singoli e famiglie che si trovano in difficoltà e di far eseguire dei lavori di cui ne beneficerà tutta la cittadinanza”.

Il progetto sperimentale “lavoro solidale” riguarderà prestazioni di lavoro di tipo accessorio come la pulizia e la manutenzione di beni pubblici. “Non conosco ancora le modalità di scelta degli interventi da far realizzare ai beneficiari dei voucher  – prosegue il consigliere Aiello – la mia proposta all’amministrazione sarà quella di fare eseguire, se possibile, dei lavori di manutenzione all’interno delle ville e dei parchi comunali, dei lavori di svuotamento delle caditoie e griglie stradali che continuano ad essere otturate nonostante le mie segnalazioni e l’arrivo delle prime piogge, dei lavori di pulizia dei monumenti come la scalinata Agostino Lo Piano, imbrattata da vandali e mai ripulita. Queste sono solo alcune idee – conclude Aiello – ovviamente si dovrà tenere conto delle priorità e dei bisogni della città”.

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi