Barcellona Pozzo di Gotto (Me): nuovo sequestro di beni al “barone” Michele Rotella

Ennesimo sequestro di beni ai danni dell’imprenditore di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), Michele Rotella, detto “il barone”. Rotella, 72 anni, si trova attualmente agli arresti domiciliari dopo la condanna in primo grado per concorso esterno in associazione mafiosa, emessa nell’ambito del processo scaturito dall’operazione denominata “Vivaio”. Nel mese di luglio scorso e nei primi giorni di ottobre, i Carabinieri avevano sequestrato all’imprenditore un patrimonio per un valore complessivo di circa 80 milioni di euro.

Oggi sono finiti sotto sigillo altri beni per un valore di circa 7 milioni di euro. I militari dell’Arma hanno sequestrato 15 mezzi speciali tra cui pale meccaniche, escavatori, Bobcat, 4 autocarri, un trattore stradale con rimorchio, un carrello-pianale, un carrello trasporta imbarcazioni, un trattore agricolo, quattro martelloni per escavatori, un capannone adibito ad opificio completo di impianti di imbottigliamento di olio, un’impacchettatrice, sette silos da 3.000 litri ciascuno, una bilancia, due pese, tre contenitori d’acciaio da 500 litri ciascuno e uno da 100 litri.

Tutti i beni sequestrati oggi sono riconducibili all’impresa individuale Rotella Michele, alla società Ca.Rot. srl e alla “Azienda agricola Pillera di Pillera Angela & C. Sas”.

L’attività di oggi rientra nel più ampio contesto operativo del desk interforze attraverso cui, dal 2009, il procuratore capo della repubblica di Messina, Guido Lo Forte, ha voluto sviluppare in maniera coordinata le attività di individuazione dei patrimoni acquisiti illecitamente che, una volta reinseriti nel circuito economico legale, sono in grado di alterare il sistema economico.
Maria Chiara Ferraù

15 / 10 / 2012

Potrebbe interessarti Altri di autore

Commenti

Caricamento...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi